Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni mette in cassa 5,4 miliardi
29/10/2015 - Pubblicato in news nazionali

“Questo per Eni è un passo epocale. E gli investitori lo hanno capito e apprezzato”. Il passo epocale è quello che ha portato l’ad Claudio Descalzi alla firma dell'accordo di cessione del 12,5% della controllata Saipem al Fondo Strategico Italiano, controllato da Cdp. A passare di mano sono 55.176.364 azioni della società ingegneristica, così che il Cane a sei zampe scenderà dal 43% intorno al 30% del capitale. Un altro 12,5% più un'azione sarà apportato da Eni al patto di sindacato col Fondo, vincolato da un lock up di tre anni, ma col vantaggio immediato di deconsolidare il debito della (ex) controllata. Nell’intervista Descalzi dichiara che con la cessione di questo primo pacchetto “abbiamo già chiuso una pagina”. E prosegue: “Pensare a una riduzione ulteriore della nostra partecipazione è ragionevole, ma non a breve. Vogliamo valorizzare la quota restante: aspetteremo che il titolo Saipem torni ad apprezzarsi, poi decideremo”.

Fonte: MF

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]

Francia, gli oneri sulle bollette crescono dell’11%

Gli oneri per il “servizio pubblico energia” che gravano sulle bollette elettricità e gas dei consumatori francesi ammonteranno nel 2020 a 7.916 milioni di euro (+11% in più rispetto al 2018). E' quanto risulta dal calcolo p
[leggi tutto…]

Il gas torna più caro in Europa con la CO2

Sul principale hub nel Vecchio continente, il Ttf olandese, il gas è arrivato a 14 €/MWh sul mercato del giorno prima
[leggi tutto…]