Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni, l’Egitto paga pronta cassa
27/02/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Dimenticati i dissapori delle vecchie controversie su fatture non onorate dalle compagnie statali, ora per Eni in Egitto è davvero un altro passo. I partner pubblici hanno addirittura già pagato circa 200 milioni di euro di anticipi commerciali relativi al finanziamento del progetto Zohr, lo sviluppo del giacimento giant operato dal Cane a sei zampe nell’offshore del Paese, forte di un potenziale di 850 miliardi di metri cubi di gas. Si tratta esattamente di 192 milioni di euro, incassati da Eni nel 2017. Ad oggi la produzione è di 10 milioni di metri cubi al giorno, con l’obiettivo di arrivare a 30 milioni entro giugno. A fine 2019 il giacimento dovrebbe raggiungere quota 80 milioni di metri cubi al giorno, per una produzione annuale di circa 30 miliardi. I partner egiziani di Eni sono Egpc (Egyptian General Petroleum Corporation), ed Egas (Egyptian Natural Gas holding) gli stessi che nel 2013 non onoravano i pagamenti dovuti.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 14)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]