Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni, l’Egitto paga pronta cassa
27/02/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Dimenticati i dissapori delle vecchie controversie su fatture non onorate dalle compagnie statali, ora per Eni in Egitto è davvero un altro passo. I partner pubblici hanno addirittura già pagato circa 200 milioni di euro di anticipi commerciali relativi al finanziamento del progetto Zohr, lo sviluppo del giacimento giant operato dal Cane a sei zampe nell’offshore del Paese, forte di un potenziale di 850 miliardi di metri cubi di gas. Si tratta esattamente di 192 milioni di euro, incassati da Eni nel 2017. Ad oggi la produzione è di 10 milioni di metri cubi al giorno, con l’obiettivo di arrivare a 30 milioni entro giugno. A fine 2019 il giacimento dovrebbe raggiungere quota 80 milioni di metri cubi al giorno, per una produzione annuale di circa 30 miliardi. I partner egiziani di Eni sono Egpc (Egyptian General Petroleum Corporation), ed Egas (Egyptian Natural Gas holding) gli stessi che nel 2013 non onoravano i pagamenti dovuti.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 14)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, ok Arera a seconda sessione aste capacità dall’Algeria

Le difficoltà degli operatori a ottenere i requisiti di partecipazione in tempo utile ha fatto sì che l’asta tenutasi lo scorso primo luglio per l’assegnazione di capacità gas dall’Algeria presso il punto di ent
[leggi tutto…]

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]