Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni, doppia conferma dall’Egitto
29/07/2020 - Pubblicato in news internazionali

Se si ripercorre a ritroso la storia di Eni in Egitto, il nastro non può non fermarsi all’agosto del 2015 quando il gruppo centrò il traguardo di Zohr, la più grande scoperta di gas mai effettuata nel Mediterraneo. Ieri poi Eni ha messo a segno una doppietta nell’area dopo una lunga sequenza di risultati positivi. Nella concessione di South West Meleiha, nel deserto occidentale egiziano, il colosso energetico ha annunciato la scoperta di ulteriori risorse rinvenute e di ottimizzazione delle sinergie con le infrastrutture esistenti. Poi, a distanza di qualche ora, Eni ha perforato con successo, insieme ai partner Bp e Total, un pozzo nel prospetto di Bashrush, nella licenza di North El Hammad, nelle acque convenzionali del delta del Nilo. Uno snodo che conferma la strategicità dell’Egitto nel business del gruppo.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Celestina Dominelli (pag. 17)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Obiettivo di Eni: sostenibilità e transizione energetica

Il mondo dell’energia sta cercando di evolvere nella direzione di una maggiore sostenibilità
[leggi tutto…]

Eni, rosso da 7,34 miliardi. Taglia spese, investimenti e anche il dividendo

Eni chiude il “peggior semestre nella storia dell’oil&gas”, due materie deprezzate del 57% da gennaio, con un rosso di 7,34 miliardi di euro legato molto a svalutazioni di magazzino. I conti nuovi, del secondo trimestre, sono comunqu
[leggi tutto…]

Sad e gas per usi industriali, supplemento di istruttoria

La Commissione interministeriale per lo studio e l’elaborazione di proposte per la transizione ecologica e per la riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi (Sad) ha formulato alcune proposte normative volte a rimodulare sette Sad previsti nel rel
[leggi tutto…]