Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni, doppia conferma dall’Egitto
29/07/2020 - Pubblicato in news internazionali

Se si ripercorre a ritroso la storia di Eni in Egitto, il nastro non può non fermarsi all’agosto del 2015 quando il gruppo centrò il traguardo di Zohr, la più grande scoperta di gas mai effettuata nel Mediterraneo. Ieri poi Eni ha messo a segno una doppietta nell’area dopo una lunga sequenza di risultati positivi. Nella concessione di South West Meleiha, nel deserto occidentale egiziano, il colosso energetico ha annunciato la scoperta di ulteriori risorse rinvenute e di ottimizzazione delle sinergie con le infrastrutture esistenti. Poi, a distanza di qualche ora, Eni ha perforato con successo, insieme ai partner Bp e Total, un pozzo nel prospetto di Bashrush, nella licenza di North El Hammad, nelle acque convenzionali del delta del Nilo. Uno snodo che conferma la strategicità dell’Egitto nel business del gruppo.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Celestina Dominelli (pag. 17)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Libia, da oggi revocato lo stato di forza maggiore da porti e giacimenti

A partire dal 26 ottobre è stato revocato lo stato di forza maggiore in tutti i giacimenti e porti libici, dopo i blocchi messi in atto dal generale Haftar nel corso dell'anno.
[leggi tutto…]

Nord Stream, gli Usa estendono le sanzioni

Il dipartimento di Stato Usa ha esteso martedì il raggio delle sanzioni americane al progetto di gasdotto Nord Stream II
[leggi tutto…]

Idrogeno, Patuanelli punta sul tubo

A parte il colore , uno dei punti di frizione sulla questione degli incentivi per lo sviluppo dell'idrogeno è quella del trasporto
[leggi tutto…]