Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni conferma la cedola e vola in Borsa Sui conti pesa l’effetto mini-petrolio
27/02/2016 - Pubblicato in news nazionali

La conferma del dividendo 2015, a 80centesimi di euro per azione, è puntualmente arrivata, ma era già stata scontata dagli addetti ai lavori. Di sicuro però il mercato non si aspettava che, in uno scenario così deteriorato, l’Eni riuscisse a presentarsi con una performance operativa solida – sostenuta, nel trimestre, da una crescita produttiva record negli ultimi cinque anni e da una macchina esplorativa che marcia a pieni giri -, con una generazione di cassa robusta e con un indebitamento inferiore alle attese. Non a caso ieri il titolo a Piazza Affari ha chiuso a +5,1% (12,7 euro).

Fonte: Il Sole 24 ore, Finanza & mercati – Celestina Dominelli (pag. 21-22)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]

Le emissioni non aumentano anche se l’economia è cresciuta: ecco perché è una buona notizia

Contrariamente alle attese, nel 2019 le emissioni mondiali di CO2 – il principale dei gas serra responsabili del riscaldamento globale- non sono aumentate
[leggi tutto…]

Chi vince e chi perde con il Green New Deal

New Green Deal. Sbagliare una mossa potrebbe costare salato
[leggi tutto…]