Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni, la carta delle scoperte e del controllo dei costi Le sfide di Descalzi bis
27/03/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

L’ultimo annuncio di Eni, quello della settimana scorsa, è stato relativo alla esplorazione in Messico. Gran parte delle scommesse di Descalzi, dei prossimi tre anni, sono ancora fermamente legate all’esplorazione e alla produzione – il cuore indiscusso del Gruppo. E’ fondamentale infatti, per le sfide future, trovare nuovo petrolio per poter poi spartire, con le altre major, gli sforzi e anticipare gli incassi. Il tutto in attesa che diventi realtà quanto previsto qualche giorno fa dall’International Energy Agency: ovvero che il crollo degli investimenti e dei nuovi progetti produca un ritardo dell’offerta sulla domanda, riportando alla fine i prezzi verso l’alto.

Fonte: Corriere della Sera - Corriere Economia – Stefano Agnoli (pag. 8)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]

Crisi climatica, un allarme insufficiente

Il Climate Change Performance Index (CCPI), un indicatore messo a punto congiuntamente da Germanwatch, NewClimate Institute e Climate Action Network, consente di valutare le politiche energetico-climatiche dei singoli paesi
[leggi tutto…]

Gas, mercato libero e accise: l'audizione di Eni sul Pec

In occasione dell'audizione su Sen e Piano Energia e Clima, Eni ha caldeggiato un approccio sinergico basato sulla cooperazione delle fonti in cui “la scelta delle migliori soluzioni viene lasciata al mercato”.
[leggi tutto…]