Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Energia, a sorpresa torna il carbone
23/01/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

A causa della manutenzione di 21 impianti di energia nucleare francesi su un totale di 58, la Francia si è vista costretta ad acquistare energia dall’estero. A tal proposito sono stati riaperti tre impianti italiani a carbone, dismessi da tempo. La questione è finita immediatamente nel mirino degli ambientalisti. Si tratta di 7 mila tonnellate di carbone per la centrale Enel di Bastardo (Umbria) e altre 4 mila tonnellate per la Enel di Genova. Durissimo il giudizio del Coordinamento Free (Fonti rinnovabili ed efficienza energetica): richiesta un’inchiesta su un provvedimento ingiustificato e costoso, deciso dal ministero dello Sviluppo Economico. Si parla di un’oscillazione che va tra i 51753 e 54497 megawatt, contro una potenza netta installata superiore a 115000 megawatt.

Fonte: La Repubblica, Affari e Finanza – Massimo Minella, Luca Pagni (pag. 22)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]

Le emissioni non aumentano anche se l’economia è cresciuta: ecco perché è una buona notizia

Contrariamente alle attese, nel 2019 le emissioni mondiali di CO2 – il principale dei gas serra responsabili del riscaldamento globale- non sono aumentate
[leggi tutto…]

Chi vince e chi perde con il Green New Deal

New Green Deal. Sbagliare una mossa potrebbe costare salato
[leggi tutto…]