Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Energia sempre cara L’Autorità: “Difendere il mercato tutelato”
25/06/2015 - Pubblicato in news nazionali

Aumentano nel 2014 i clienti domestici che sono passati al mercato libero. Tuttavia questi continuano a pagare mediamente prezzi ancora più elevati rispetto alla tutela. E' quanto emerge dalla Relazione annuale dell'Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico. Sul fonte dell'elettricità, le industrie italiane pagano il 25% in più rispetto alla medie dell'unione europea. "I prezzi per i consumatori industriali - si legge nella relazione - sono superiori a quelli dell'area euro per tutte le classi di consumo, con differenziali intorno al 25% al lordo delle imposte (con l'eccezione della classe a maggiori consumi, che registra un +11%) e una situazione più variegata al netto, con differenziali più elevati (compresi tra il 20 e il 28%) per le categorie intermedie e quelli più bassi (+14 e +11%)". Al contrario, per i consumatori domestici i prezzi sono più bassi nella classi di consumo inferiori: -16% per meno di 1000 kw/h l'anno e -9% per consumi tra 1.000 E 2.500 Kwh l'anno. Per quanto riguarda il gas, l'anno scorso il consumo interno lordo è diminuito di altri 8 miliardi di metri cubi, scendendo a 61,9 miliardi di mc, dai 70,1 del 2013 (-11,6%). Con quest'ultima riduzione, la quarta consecutiva, i livelli di consumo lordo sono tornati ai valori rilevati tra il 1997 e il 1998.

 

Fonte: La Repubblica 

 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Primi carichi di Gnl Usa respinti in Europa

L’Europa sembrava in grado di assorbire ogni eccesso di gas liquefatto
[leggi tutto…]

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]