Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Energia efficiente, Snam rileva Tep
31/05/2018 - Pubblicato in news nazionali

Snam ha perfezionato, dopo il via libera dell’Antitrust, l’acquisizione di una quota di controllo, pari all’82% del capitale, di Tep, una delle principali aziende italiane attive nel settore dell’efficienza energetica. Il valore dell’operazione è di circa 21 milioni di euro. L’operazione, annunciata in febbraio, rientra nei piani strategici di Snam volti a favorire la decarbonizzazione e un migliore utilizzo dell’energia nei territori in cui opera. L’obiettivo è accelerare il processo di crescita di Tep, con il supporto del management della società, agevolando il trasferimento di competenze e tecnologie di efficienza energetica dalla grande industria alle piccole e medie imprese e agli enti locali. Tep è una delle maggiori Esco (Energy service company) italiane, con oltre 200 clienti rtra primarie aziende nazionali e internazionali, 950 mila titoli di efficienze e un ebitda 2017 pari a circa 6 milioni. La missione della società, che non si occupa né si occuperà di produzione e vendita di energia elettrica e gas, è rendere più competitivi i propri clienti attraverso la diminuzione della spesa energetica, grazie all’ottimizzazione delle quantità utilizzate. Alverà ha dichiarato: ‘L’acquisizione di Tep ha un valore strategico ed è coerente con la nostra visione al 2030 che prevede per Snam un ruolo da leader nella promozione di un sistema energetico più sostenibile ed efficiente’.

Fonte: ItaliaOggi – red. (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, prezzi in altalena e consumi in calo nelle grandi economie

Il petrolio è ancora al centro di attenzione sui mercati
[leggi tutto…]

Fregate di Roma e Parigi per difendere il gas dalle mire di Erdogan

E’ ormai al limite la situazione nel mediterraneo orientale per il controllo del gas a Cipro Turchia. Grecia, Francia e Italia stanno schierando fregate e mezzi militari.
[leggi tutto…]

Snam raddoppia la sfida all’idrogeno

Snam entro fine anno porterà dal 5 al 10% il mix di idrogeno immesso nella sua rete di trasmissione
[leggi tutto…]