Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Energia, Donald vuole fermare Putin. E punta sul gasdotto Caucaso – Italia
12/07/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Sulla sfida energetica si gioca buona parte del futuro economico, politico e strategico dell’Europa. E l’Italia ha un ruolo importante, dalle attività estrattive dell’Eni, ai progetti per le infrastrutture come il gasdotto Tap a cui lavora la Snam. A fine giugno Washington ha ospitato la World Gas Conference, e il 29 la portavoce del dipartimento di stato Nauert ha pubblicato una nota: ‘La conferenza ha riaffermato l’importanza fondamentale del fatto che i Paesi e le regioni impieghino matrici diverse di combustibile, fonti, e vie di distribuzione, per potenziare la loro sicurezza’. L’amministrazione Trump ha sottolineato la forte opposizione ai gasdotti a guida russa come Nord Stream 2, e alla seconda linea di TurkStream, che peggiorerebbero la dipendenza dell’Europa dall’energia di Mosca. Gli Usa invece elogia gli storici progressi compiuti con il Southern Gas Corridor in Azerbaijan e Turchia, per portare il gas del Caspio in Europa entro il 2020. Citando il Southern Gas Corridor, il dipartimento di stato ha appoggiato la Tap.

Fonte: La Stampa – Paolo Mastrolilli (pag. 3)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Aramco fa incetta di gas americano

L’Arabia saudita, tra i maggiori esportatori al mondo di petrolio, non disdegna il gas americano
[leggi tutto…]

Tariffe gas Germania e Francia, l’Italia scrive a Bruxelles

Una valutazione urgente sulla coerenza dei regimi tariffari adottati da Germania e Francia rispetto alla metodologia Ue in materia di tariffe armonizzate del gas
[leggi tutto…]

Non sono Eni e Total, la Libia fa accordi in Usa e Germania

La compagnia petrolifera libica Noc è riuscita comunque ad inaugurare la sua prima sede internazionale, a Houston.
[leggi tutto…]