Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Energia, Donald vuole fermare Putin. E punta sul gasdotto Caucaso – Italia
12/07/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Sulla sfida energetica si gioca buona parte del futuro economico, politico e strategico dell’Europa. E l’Italia ha un ruolo importante, dalle attività estrattive dell’Eni, ai progetti per le infrastrutture come il gasdotto Tap a cui lavora la Snam. A fine giugno Washington ha ospitato la World Gas Conference, e il 29 la portavoce del dipartimento di stato Nauert ha pubblicato una nota: ‘La conferenza ha riaffermato l’importanza fondamentale del fatto che i Paesi e le regioni impieghino matrici diverse di combustibile, fonti, e vie di distribuzione, per potenziare la loro sicurezza’. L’amministrazione Trump ha sottolineato la forte opposizione ai gasdotti a guida russa come Nord Stream 2, e alla seconda linea di TurkStream, che peggiorerebbero la dipendenza dell’Europa dall’energia di Mosca. Gli Usa invece elogia gli storici progressi compiuti con il Southern Gas Corridor in Azerbaijan e Turchia, per portare il gas del Caspio in Europa entro il 2020. Citando il Southern Gas Corridor, il dipartimento di stato ha appoggiato la Tap.

Fonte: La Stampa – Paolo Mastrolilli (pag. 3)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Mire cinesi sul gas Eni australiano

Arrivano dalla Cina i primi concreti segnali di interesse per gli asset australiani di Eni. Secondo indiscrezioni, tra i pretendenti c’è Roc Oil, quartier generale a Sidney ma azionariato cinese
[leggi tutto…]

UE, l'Est Europa chiede sostegno per il gas

Otto paesi UE hanno firmato venerdì un documento congiunto per difendere il “ruolo del gas naturale in un'Europa neutrale dal punto di vista climatico”
[leggi tutto…]

Non solo rinnovabili. La lezione da imparare per ripartire “verdi”

“E’ presto per calcolare gli impatti a lungo termine, ma l’industria dell’energia che uscirà da questa crisi sarà molto diversa da quella che conoscevamo”
[leggi tutto…]