Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Energia, i cali del petrolio spiazzano il gas liquefatto
12/07/2016 - Pubblicato in news nazionali

I ribassi del petrolio e la corsa all’auto elettrica – ancora timida ma promettente – stanno frenando la corsa di un altro protagonista dell’energia: il gas liquido. A dirlo sono i numeri ma anche Francesco Franchi, presidente di Assogasliquidi, secondo cui il problema è ambientale ma anche sociale perché il gas liquefatto rappresenta il carburante tradizionale più pulito e più flessibile nella sua capacità di raggiungere anche luoghi dove non ci sono distribuzioni metanifere nazionali. Inoltre, si rischia di frenare sul nascere l’evoluzione industriale e tecnologica, ovvero l’uso estensivo del Gnl. Assogasliquidi chiede alle Istituzioni una manovra sul fronte normativo e fiscale che liberi le potenzialità del gas liquido e razionalizzi le politiche di sostegno e di incentivi che oggi godono alcuni prodotti, come ad esempio la biomassa legnosa, molto dannosa per l’ambiente.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Federico Rendina (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Carbone, il Far East traina la domanda

Il commercio mondiale di carbone continua a correre sfruttando la spinta del sud-est asiatico alla ricerca di fonti di energia a prezzi bassi.
[leggi tutto…]

“Gas fondamentale per la competitività. L’Italia giochi il suo ruolo in Europa”

Intervenendo al convegno organizzato da Assocarta e Confindustria Toscana Nord su “Gas, competitività e sostenibilità ambientale nell’industria italiana”  il manager si Sofidel Luigi Lazzeschi ha sottolineato come il P
[leggi tutto…]

Scoperta Eni nel Mare del nord

Eni, attraverso la controllata Var-Energy (Eni 69,6%) e Hitec Vision (30,4%) ha annunciato una scoperta di petrolio e gas nella licenza PL 869 nel Mare del Nord norvegese.
[leggi tutto…]