Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Energia, i cali del petrolio spiazzano il gas liquefatto
12/07/2016 - Pubblicato in news nazionali

I ribassi del petrolio e la corsa all’auto elettrica – ancora timida ma promettente – stanno frenando la corsa di un altro protagonista dell’energia: il gas liquido. A dirlo sono i numeri ma anche Francesco Franchi, presidente di Assogasliquidi, secondo cui il problema è ambientale ma anche sociale perché il gas liquefatto rappresenta il carburante tradizionale più pulito e più flessibile nella sua capacità di raggiungere anche luoghi dove non ci sono distribuzioni metanifere nazionali. Inoltre, si rischia di frenare sul nascere l’evoluzione industriale e tecnologica, ovvero l’uso estensivo del Gnl. Assogasliquidi chiede alle Istituzioni una manovra sul fronte normativo e fiscale che liberi le potenzialità del gas liquido e razionalizzi le politiche di sostegno e di incentivi che oggi godono alcuni prodotti, come ad esempio la biomassa legnosa, molto dannosa per l’ambiente.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Federico Rendina (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni rinnova il contratto per il gas dall’Algeria

L’Italia potrà contare sul gas algerino almeno fino al 2027
[leggi tutto…]

Trading gas in discesa al Psv

Nonostante le temperature inferiori alla media stagionale, il trading di gas al Punto di scambio virtuale (Psv) ha mostrato ad aprile la consueta battuta d’arresto primaverile
[leggi tutto…]

Aumenta l’export di gas USA nella UE

Le importazioni di gas naturale liquefatto (gnl) americano sono balzate del 272% da quando Trump e il Junker hanno segnato una tregua nel luglio 2018 prevedendo di potenziare gli scambi
[leggi tutto…]