Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Elettrico e gas alleati per decarbonizzare l’Italia in sicurezza
16/10/2019 - Pubblicato in news nazionali

L’obiettivo è la decarbonizzazione dell’economia, per farlo servono a livello globale 3 miliardi di dollari l’anno da qui al 2050. A renderlo noto è il rapporto Cdp, Snam e Terna, che sarà presentato oggi agli “Stati generali della transizione energetica italiana”. Il documento contiene gli scenari di sviluppo energetico elaborati insieme a Terna e Snam. Sono tracciati quattro possibili scenari: l’assetto a politiche correnti; quello basato sul Pniec, e due scenari più spinti per un’Italia decarbonizzata. C’è un fil rouge del documento: una crescita complessiva dei consumi di elettricità, unita alla conferma della centralità del gas e della necessità di aumentare competitività, liquidità e ed efficienza del sistema gas. Oltre il 2030, gli ambiziosi obiettivi di decarbonizzazione rendono necessaria la progressiva penetrazione di crescenti quantità di gas “green” nel mix energetico italiano, dal biometano all’idrogeno rinnovabile. Sul lato elettrico, gli investimenti necessari sono di quattro tipi: investimenti sulla rete nazionale e sulle interconnessioni con l’estero e introduzione di segnali di prezzi di lungo periodo, ma anche maggiore spinta sugli accumuli (batterie e pompaggi idroelettrici). Oltre a evoluzione e integrazione dei mercati, come pure investimenti in digitalizzazione e innovazione. Senza dimenticare lo snodo dello spegnimento delle centrali a carbone entro il 2025 che va accompagnato.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Celestina Dominelli (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]