Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Efficienza energetica: acciaio, carta, food: l’Italia taglia il 25% di bolletta petrolifera
20/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

Il piano che il governo ha definito Industria 4.0 non riguarda solo le risorse messe in campo quanto piuttosto la volontà, da parte delle industrie italiane, di prendere il volo verso la rivoluzione tecnologica che sta cambiando il mondo dell’industria globale. Una rivoluzione che abbraccia un ampio ventaglio di applicazioni che vanno all’efficienza energetica, alle rinnovabili, alla lotta al cambiamento climatico. Il  cambio di mentalità è essenziale per introdurre nelle fabbriche tutte queste applicazioni anche perché il Piano Industria 4.0 non prevede una serie di investimenti a pioggia ma facilitazioni fiscali che dovranno servire per mobilitare fino a 10 miliardi di euro da parte dei privati,  per un totale di circa 30 miliardi in tre anni. Ad avallare quanto sostenuto dal ministro Calenda arriva uno studio della società di consulenza Mc Kinsey, secondo cui la rivoluzione tecnologica,  sta portando al più grande risparmio di risorse e di taglio di costi a favore delle imprese nel mondo, un efficientemente iniziato con il crollo dei prezzi delle materie prime avvenuto grazie a tre elementi: rinnovabili, efficienza energetica e lotta alle emissioni.

Fonte: La Repubblica, Affari&Finanza – Luigi Pagni (pag.24)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, nasce il forum del Mediterraneo orientale

A breve sarà creato l’East Mediterranean Gas Forum (Emgf), iniziativa per “monetizzare le riserve di gas del Mediterraneo orientale”
[leggi tutto…]

La nuova strategia dell’Eni: ora più Medio Oriente

Eni si ritrova insediata a pieno titolo negli Emirati (ad Abu Dhabi e a Sharja), in Bahrain e in Oman
[leggi tutto…]

Tap, chiuso project financing da 3,9 mld €

Tap ha completato un project financing da 3,9 miliardi di euro, erogato da un gruppo di 17 banche commerciali insieme alla Banca europea per gli investimenti e alla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo
[leggi tutto…]