Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Efficienza, in arrivo le nuove norme sui certificati bianchi
12/01/2017 - Pubblicato in news nazionali

In arrivo con un decreto a doppia firma dei ministri Carlo Calenda (Sviluppo Economico) e Gian Luca Galletti (Ambiente) le nuove norme sull’efficienza energetica dei certificati bianchi. Il testo del decreto in attesa di essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, prima di Natale è stato chiuso nella sua forma definitiva con il consenso delle Regioni. Nel testo si legge che entro il 2020 l’Italia deve risparmiare ogni anno 20 megatep di energia primaria: secondo la strategia energetica nazionale ogni anno bisogna risparmiare infatti l’energia equivalente a quella di 20 milioni di tonnellate di petrolio. Secondo il decreto, di questo risparmio l’energia di almeno 7 megatep di energia primaria (equivalenti a milioni di tonnellate di petrolio), deve venire dai cosiddetti certificati bianchi. Sono tenuti ad adottare il meccanismo di efficienza energetica i distributori di corrente e di gas  che hanno più di 50 mila clienti allacciati. Gli obiettivi di efficienza energetica negli usi finali da raggiungere sono 7,14 milioni di tonnellate equivalenti petrolio per quest’anno, nel 2018 altri 8,32 milioni, 9,71 milioni nel 2019, infine 11,19 milioni di Tep nel 2020.

Fonte: Il Sole 24Ore – Jacopo Giliberto (pag. 16)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, ok Arera a seconda sessione aste capacità dall’Algeria

Le difficoltà degli operatori a ottenere i requisiti di partecipazione in tempo utile ha fatto sì che l’asta tenutasi lo scorso primo luglio per l’assegnazione di capacità gas dall’Algeria presso il punto di ent
[leggi tutto…]

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]