Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Effetto Iran, petrolio oltre 77$
10/05/2018 - Pubblicato in news internazionali

La corsa del petrolio non si ferma. Il giorno dopo l’annuncio di Donald Trump di voler uscire dall’accordo sul nucleare iraniano, ieri il prezzo del greggio ha raggiunto nuovi massimi. Il Brent ha guadagnato 2,27 dollari fino a toccare 77,21 dollari (+3%), mentre il Wti è cresciuto di 2,15 dollari a 71,21 dollari (+3,1%). Nel frattempo il rendimento del Treasury Usa decennale, riflettendo il clima di incertezza, è tornato al 3%. Ieri l’Eia (Energy Information Administration) ha rivelato che le scorte di oro nero sono scese la scorsa settimana negli Usa, mentre la produzione Usa è salita a un nuovo livello record. In particolare, nella settimana che si è conclusa il 4 maggio le riserve di greggio sono diminuite di 2,2 milioni di barili a 433,8 milioni, mentre gli analisti prevedevano un aumento di 1 milione di barili. In calo anche le scorte di benzina (-2,17 milioni), scese oltre le attese (-450.000).

Fonte: MF – Ester Corvi (pag. 4)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

2025. Carbone addio

L’Italia dirà definitivamente addio al carbone nel 2025, lo ha annunciato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa.
[leggi tutto…]

Saipem si aggiudica due contratti per 1,3 miliardi

Saipem si è aggiudicata due contratti Epic assegnati dal cliente Saudi Aramco per un importo totale di 1,3 miliardi di dollari Usa per le attività offshore in Arabia Saudita.
[leggi tutto…]

Upstream, a Eni 13 licenze esplorative in Norvegia

Vår Energi, controllata da Eni con il 69,6% si è aggiudicata 13 licenze esplorative nell'ambito della gara “Awards in Predefined Areas 2018” gestita dal ministero del Petrolio ed energia norvegese.
[leggi tutto…]