Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il dopo Maduro si gioca in Pdvsa
25/01/2019 - Pubblicato in news internazionali

La compagnia petrolifera di Stato venezuelana Pdvsa potrebbe essere parzialmente privatizzata e in generale il suo destino è in gioco come quello di tutto il Paese. Il programma post Maduro prevede l’isitituzione di una nuova agenzia nazionale degli Idrocarburi per gestire le gare di assegnazione delle licenze esplorative e produttive di gas naturale e greggio. Dal 2008 il petrolio quotava oltre 145 dollari al barile e Pdvsa veniva utilizzata come bancomat dall’allora Presidente Chavez. Intanto, Eni sta portando avanti le normali attività e non si segnalano particolari stravolgimenti: la produzione ammonta a circa 46mila barili al giorno. Nel 2017 la produzione in quota Eni nel Paese ammontava a circa 61mila barili al giorno, dai giacimenti di Perla (Eni 50%), Junin 5 (Eni 40%) e Corocoro (Eni 26%) ma poi si era scesi  a circa 30mila barili. Maduro vuole però dimostrare di avere ancora una presa solida su Pdvsa, tanto da averne assunto la direzione e annunciato in questi giorni il nuovo piano di sviluppo al 2025, con l’obiettivo di produrre 5 milioni di barili al giorno. 

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag.5)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni rivede lo scenario e annuncia rettifiche per 3,5 miliardi

Eni conferma la propria strategia di decarbonizzazione al 2050, ma dopo l’aggiornamento di fine marzo, rivede ulteriormente le proprie stime alla luce dell’emergenza coronavirus
[leggi tutto…]

Snam, sprint su rete e progetti

Se c’è un dato che più di altri racconta il potenziale di Snam sul fronte dell’idrogeno è che il 70% dei suoi metanodotti è realizzato con tubi pronti ad accoglierne il passaggio. Non a caso, ad aprile 2019, la soci
[leggi tutto…]

L’idrogeno dà prospettiva a Snam

Snam avrà un ruolo crescente nella transizione energetica basata anche sull’idrogeno
[leggi tutto…]