Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Domanda di petrolio in crescita
19/04/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Contro tutte le previsioni e malgrado la lotta contro le emissioni di Co2, la domanda di petrolio è in crescita. E continuerà ad aumentare almeno fino al 2040, a dispetto dell’accordo di Parigi sul clima. Solo nei giorni scorsi, il gruppo petrolifero Saudi Aramco ha annunciato un gigantesco progetto petrolchimico e di raffinazione da 44 miliardi di dollari (circa 36 miliardi di euro) in India. Attualmente nel mondo si consumano 20 milioni di barili di petrolio al giorno per le auto private in circolazione, un dato che dovrebbe leggermente declinare prima del 2040 per effetto dello sviluppo dei veicoli elettrici e di una maggiore efficienza dei motori. Secondo il gruppo britannico Bp, anche con un ipotetico divieto totale di vendita di veicoli a benzina nel 2040, il consumo di petrolio sarà ampiamente superiore a quello registrato nel 2017. Il direttore dell’Aie avverte: “Oltre al rialzo attuale della produzione mondiale, l’industria petrolifera avrebbe bisogno di aggiungere l’equivalente della produzione del Mare del Nord ogni anno per soddisfare l’aumento della domanda”.

Fonte: ItaliaOggi – Andrea Brenta (pag. 12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]