Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Doha mantiene l’accordo con l’Opec sul petrolio
13/06/2017 - Pubblicato in news internazionali

Il ministro dell'energia del Qatar, Mohammed al-Sada, ha confermato l'impegno a ridurre le scorte globali di petrolio fino a marzo 2018, come previsto dall'accordo promosso dall'Opec con i più grandi produttori di greggio, nonostante i problemi nelle relazioni diplomatiche fra Doha e alcuni membri del cartello come l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi. Il Qatar è un piccolo produttore e contribuisce per circa il 2% del totale dell’organizzazione, attorno a 618mila barili al giorno. Tuttavia la frattura politica con alcuni membri dell’Opec ha fatto sorgere nuovamente il dubbio che il cartello non agirà unito verso il suo obiettivo e non riuscirà ad abbassare l’offerta a sufficienza per far alzare i prezzi. Secondo il ministro del petrolio dell’Arabia Saudita, Khalid al-Falih, la crisi diplomatica con il Qatar non danneggerà molto le quotazioni.

Fonte: Italia Oggi – Red. (pag. 20)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

2025. Carbone addio

L’Italia dirà definitivamente addio al carbone nel 2025, lo ha annunciato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa.
[leggi tutto…]

Saipem si aggiudica due contratti per 1,3 miliardi

Saipem si è aggiudicata due contratti Epic assegnati dal cliente Saudi Aramco per un importo totale di 1,3 miliardi di dollari Usa per le attività offshore in Arabia Saudita.
[leggi tutto…]

Upstream, a Eni 13 licenze esplorative in Norvegia

Vår Energi, controllata da Eni con il 69,6% si è aggiudicata 13 licenze esplorative nell'ambito della gara “Awards in Predefined Areas 2018” gestita dal ministero del Petrolio ed energia norvegese.
[leggi tutto…]