Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il distacco da Saipem comincia dal logo. Pronto il piano Cao
26/10/2015 - Pubblicato in aspetti tecnici

L’Eni punta a deconsolidare la partecipazione in Snam, che significa cancellare debiti per circa 5 miliardi (verso la stessa Snam). Renzi ha spiegato che non vuole aggiungere la società al lungo elenco di quelle passate sotto il controllo di capitali esteri. La Cdp è disponibile ma ha fatto capire che è necessario che venga fiancheggiata da investitori istituzionali o fondi sovrani. Proprio in vista del distacco di Saipem dall’Eni è stato presentato al cda dell’azienda di impiantistica il nuovo marchio, che non prevede più il cane a sei zampe, né il colore giallo, caratteristiche del gruppo petrolifero.

Fonte: Corriere della Sera, Corriereconomia – Fabio Tamburini (pag. 5)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Obiettivo di Eni: sostenibilità e transizione energetica

Il mondo dell’energia sta cercando di evolvere nella direzione di una maggiore sostenibilità
[leggi tutto…]

Eni, rosso da 7,34 miliardi. Taglia spese, investimenti e anche il dividendo

Eni chiude il “peggior semestre nella storia dell’oil&gas”, due materie deprezzate del 57% da gennaio, con un rosso di 7,34 miliardi di euro legato molto a svalutazioni di magazzino. I conti nuovi, del secondo trimestre, sono comunqu
[leggi tutto…]

Sad e gas per usi industriali, supplemento di istruttoria

La Commissione interministeriale per lo studio e l’elaborazione di proposte per la transizione ecologica e per la riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi (Sad) ha formulato alcune proposte normative volte a rimodulare sette Sad previsti nel rel
[leggi tutto…]