Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Disputa su Karachaganak. Astana pronta all’arbitrato
26/05/2016 - Pubblicato in news internazionali

Kazakhstan potrebbe ricorrere in arbitrato contro l’Eni e gli altri soci del consorzio che gestisce il giacimento di Karachaganak. L’ha dichiarato alla Reuters il ministro dell’Energia Kanat Bozumbayev, aggiungendo di temere nuove «accese trattative» anche per Kashagan, lo sfortunato giacimento petrolifero che dopo investimenti miliardari è stato fermato da un problema tecnico a pochi giorni dall’avvio della produzione nel 2013. Anche in questo caso la compagnia italiana è coinvolta, con il 16,81% della North Caspian Operating Company, che annovera tra gli altri anche Royal Dutch Shell, Exxon Mobil e Total.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 36)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]