Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Crollano gli utili Shell, Conoco in rosso
05/02/2016 - Pubblicato in news internazionali

Tuttavia il mercato ha reagito positivamente alla decisione di mantenere invariato il dividendo agli azionisti a 1,88 dollari sia per il 2015 che per il 2016. I ricavi annuali del gruppo sono scesi dell'87% a 1,9 miliardi di dollari, il livello più basso da oltre dieci anni, mentre gli utili trimestrali hanno subito una contrazione del 44% a 1,8 miliardi. La prospettiva dell'imminente conclusione del takeover da 35 miliardi di sterline della compagnia rivale BG Group è positiva, ha detto il ceo Ben van Beurden, perché «segna l'inizio di un nuovo capitolo per Shell, una mossa che rivitalizzerà il gruppo». Il ceo ha risposto alle critiche di alcuni analisti che considerano l'acquisizione troppo costosa in questa fase difficile per il settore, dicendo che si tratta di una strategia che darà frutti sul lungo termine. Shell diventerà il secondo colosso del settore al mondo dopo Exxon. Inoltre, ha aggiunto van Beurden, Shell «sta facendo cambiamenti sostanziali, riorganizzando la divisione upstream, riducendo i costi e gli investimenti per affrontare questa fase di prezzi del petrolio più bassi».

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza & Mercati

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]