Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La crisi del nucleare francese traina le tariffe di luce e gas
16/05/2017 - Pubblicato in news internazionali

L’emergenza elettrica nucleare francese di gennaio ha fatto salire l’inflazione in primavera. Nell’andamento dell’inflazione rilevato dall’Istat per il mese di aprile (+0,9 rispetto a un anno prima) questa volta il rincaro dei prezzi non è dovuto agli incerti del greggio bensì ai guai atomici dei francesi. Il contributo più influente sull’inflazione di aprile è quello dei «Beni energetici regolamentati», cioè le tariffe di luce e gas per le famiglie e le piccole attività che non si sono rivolte al mercato libero. In aprile rileva l’Istat, luce e gas sono rincarati del +5,7%, contro il -1,2% del mese precedente, a cui contribuiscono in misura simile la corrente (+5,4%) e il gas (+5,9%), i quali in marzo invece avevano offerto un ribasso (-1,0% e -1,4%). Il motivo del rincaro di aprile per luce e metano è per l’emergenza elettrica francese di gennaio.

Fonte: Il Sole 24 Ore – J.G. (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’idrogeno dà prospettiva a Snam

Snam avrà un ruolo crescente nella transizione energetica basata anche sull’idrogeno
[leggi tutto…]

Gas, a giugno calo consumi limita i danni: -5,1%

I consumi di gas naturale nel mese di giugno registrano un nuovo calo, ma a cifra singola, con un ritorno alla normalità dei consumi civili che attenua l'impatto delle flessioni nell'industria e nel termoelettrico.
[leggi tutto…]

Intervista a Claudio Descalzi (ceo Eni): “ A Ravenna il più grande hub della C02 al mondo”

Descalzi spiega come l’emergenza del coronavirus abbia imposto un’accelerazione sulla trasformazione energetica: “dobbiamo definitivamente allontanarci dalla volatilità delle fluttuazione del prezzo del petrolio che ci sta bloccan
[leggi tutto…]