Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Così Teheran rassicura Eni & Co
03/10/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Eni e Shell si stanno riavvicinando a Teheran con molta cautela. Così Nioc, la compagnia petrolifera iraniana, ha deciso di passare all’azione provando a rassicurare chi teme un nuovo embargo dopo le esternazioni del presidente Usa sulla legittimità dell’accordo per il nucleare. E per farlo, si affida alle dichiarazioni di Elizabeth Rosenberg, ex advisor del Dipartimento del Tesoro Usa in materia di sanzioni e attuale responsabile  Energia, Economia e Programma di Sicurezza del Cnas (Center for New American Security). “Gli Stati Uniti non potranno bloccare di nuovo le esportazioni di petrolio da parte di Teheran, né riportare il mercato alle condizioni pre-2015, quando era ancora in vigore l’embargo”, scrive Rosenberg. Il parere, riportato integralmente da Nioc, è che senza il supporto di Europa, Cina e Russia, gli Usa non saranno in grado di chiudere nuovamente i contratti con l’Iran. L’intendo di Nioc è scongiurare dietrofront, soprattutto da parte di oil company, come Eni e Shell, che a differenza di Total non hanno firmato accordi vincolanti.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 7)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Green new deal, la Speranza per il futuro

La Banca europea per gli investimenti ha approvato la nuova politica per l’energia.
[leggi tutto…]

Primato mondiale per petrolio e gas

Gli Stati Uniti sono diventati il più grande produttore di petrolio al mondo, oltre che di gas naturale
[leggi tutto…]

Snam, il core business spinge utile e marginalità

Sfruttando la positiva performance del business del trasporto gas e il mix di efficientamento della gestione operativa e ottimizzazione della struttura finanziaria, Snam ha i principali indicatori in crescita e con una netta accelerazione
[leggi tutto…]