Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Sono in continua crescita i rapporti d’affari fra l’Italia e l’Azerbaigian. A questo contribuisce soprattutto il ruolo di fornitore di gas per l’Europa cui si candida il Paese
14/06/2016 - Pubblicato in news nazionali

Sono in continua crescita i rapporti d’affari fra l’Italia e l’Azerbaigian. A questo contribuisce soprattutto il ruolo di fornitore di gas per l’Europa cui si candida il Paese che si affaccia sul Caspio, da quando sono stati scoperti gli immensi giacimenti offshore di Shah Deniz ed è partita la realizzazione del gasdotto Tap. Su questo fronte due gruppi italiani sono particolarmente impegnati: Snam, che è azionista di Tap con il 20%, alla pari di Bp e Socar 20%, e Saipem, che ha ottenuto le commesse per Shah Deniz e anche per il gasdotto. Ieri gli ad di entrambe le società, Marco Alverà di Snam e Stefano Cao di Saipem, sono intervenuti alla Commissione intergovernativa italo-azera. “Abbiamo lavorato soprattutto allo sviluppo dei campi di Azeri, Chirag e Gunashli che producono quasi 1 milione di barili di petrolio al giorno”, ha ricordato Cao.

Fonte: MF – Angelica Romani (pag. 13)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, nasce il forum del Mediterraneo orientale

A breve sarà creato l’East Mediterranean Gas Forum (Emgf), iniziativa per “monetizzare le riserve di gas del Mediterraneo orientale”
[leggi tutto…]

La nuova strategia dell’Eni: ora più Medio Oriente

Eni si ritrova insediata a pieno titolo negli Emirati (ad Abu Dhabi e a Sharja), in Bahrain e in Oman
[leggi tutto…]

Tap, chiuso project financing da 3,9 mld €

Tap ha completato un project financing da 3,9 miliardi di euro, erogato da un gruppo di 17 banche commerciali insieme alla Banca europea per gli investimenti e alla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo
[leggi tutto…]