Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Consumi gas, ancora un aumento (+3,4%)
04/10/2019 - Pubblicato in news nazionali

Settembre ha visto ancora un aumento dei consumi gas italiani, anche se più contenuto dei mesi precedenti per via di una frenata della domanda industriale che ha compensato i maggiori consumi civili e un incremento del termoelettrico più modesto del solito. Secondo le elaborazioni della Staffetta Quotidiana sui dati di Snam Rete Gas, nel mese appena concluso l'Italia ha consumato 4.714,7 milioni di mc di gas, in aumento del 3,4% su settembre 2018 e del 9,4% sullo stesso mese del 2017. tembre 2018 e del 9,4% sullo stesso mese del 2017. Analizzando la domanda per settore di consumo, l'incremento è da imputare principalmente al termoelettrico, cresciuto di un 5,2% a 2.296,7 (+27,6% su settembre 2017), e in certa misura al civile, in ripresa di un 3,8% su settembre 2018 a 1.095,6 mln mc (-3,4% sul 2017). In deciso calo invece la grande industria, che cede un 5,5% a 1.099,1 mln mc sul 2018 nonostante il giorno lavorativo in più, e un 8,1% sul settembre 2017. Passando all'offerta, all'aumento dei consumi è corrisposto un incremento appena meno pronunciato delle importazioni con parallela frenata delle immissioni nette in stoccaggio, più una nuova forte riduzione della produzione nazionale. Nello specifico l'import è aumentato del 2,1% arrivando a 5.474,3 mln mc (+11,7% rispetto al 2017). Nuovo calo a due cifre della produzione, che cede un 15,3% fermandosi a 352 mln mc (-22,1% sul 2017) mentre le iniezioni negli stoccaggi si sono ridotte dell'8,8% rispetto a settembre 2018 a 1.111,6 mln mc (+6,6% sul 2017). Il riempimento degli stoccaggi italiani al 30 settembre secondo i dati Gie era del 96,9% a 190,3 TWh contro il 95,9% a 185,6 TWh dello stesso giorno del 2018. La media europea nella stessa giornata era del 97,3%.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Lezioni da Davos: il rilancio <<verde>> di von der Leyen e il rischio di scontro sul commercio con Usa e Cina

Era da più di dieci anni che l’Europa cercava un ruolo internazionale trovato a Davos
[leggi tutto…]

Marcegaglia: “Greta o Trump, diffidiamo degli estremismi”

Il problema della transizione energetica va affrontato con pragmatismo dal momento che il mondo ancora si basa per l’60% sulle fonti fossili e in cui la domanda di energia è proiettata in aumento del 25% al 2030, quando la popolazione sar&agr
[leggi tutto…]

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]