Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Confindustria-Shell: Basilicata hub per la transizione energetica
15/11/2016 - Pubblicato in news nazionali

“Crediamo nel modello di una Basilicata energy hub basato su un mix di fonti energe-tiche che ci guidi ad affrontare la transizione dal fossile alle rinnovabili”. Lo ha dichiarato il vicepresidente di Confindustria Basilicata, con delega alle politiche energetiche e ambientali, Francesco Somma, giovedì alla presentazione di una ricerca realizzata con l'ufficio studi di Shell Italia E&P. Dallo studio, evidenzia un a nota, emerge che “grazie alle royalties e più in generale alla presenza dell'industria estrattiva, la Basilicata può vantare il più alto Pil pro capite tra le regioni limitrofe, un tasso di disoccupazione molto inferiore a quello del Mezzogiorno e una minore pressione fiscale; non solo: la Basilicata è anche al primo posto per alcuni degli indicatori che misurano il Benessere Equo e Sostenibile, così come per la produzione di energia rinnovabile in percentuale sulla produzione (elettrica ndr) totale, a riprova del fatto che idrocarburi e rinnovabili possono e debbono convivere. E non si ferma il flusso turistico: solo nel 2015 gli arrivi in regione sono cresciuti del 16,5%, e negli ultimi dieci anni del 53% in val d'Agri”. All'iniziativa hanno partecipato il direttore commerciale di Shell Italia E&P , Tom Kjolberg, il presidente di gruppo giovani di Confindustria Basilicata, Francesco D'Alema e il docente e direttore di Dipartimento della Facoltà di Agraria dell'Università di Basilicata, Severino Romano. In allegato le slide di presentazione.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, nasce il forum del Mediterraneo orientale

A breve sarà creato l’East Mediterranean Gas Forum (Emgf), iniziativa per “monetizzare le riserve di gas del Mediterraneo orientale”
[leggi tutto…]

La nuova strategia dell’Eni: ora più Medio Oriente

Eni si ritrova insediata a pieno titolo negli Emirati (ad Abu Dhabi e a Sharja), in Bahrain e in Oman
[leggi tutto…]

Tap, chiuso project financing da 3,9 mld €

Tap ha completato un project financing da 3,9 miliardi di euro, erogato da un gruppo di 17 banche commerciali insieme alla Banca europea per gli investimenti e alla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo
[leggi tutto…]