Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Dal clima alla ricerca le dieci pagelle per i Paesi del G7
22/05/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Decideranno dell’Accordo sul Clima di Parigi, fra quattro giorni a Taormina, ma i sette Grandi della Terra non figurano nella Top ten dei Paesi mondiali a più alto indice di performance ambientale. Discuteranno di tutela dei cittadini, ma non sono i sette Paesi più sicuri al mondo. E immagineranno come sarà l’industria di domani senza avere la palma del Paese più innovativo (il primo è la Corea del Sud, il secondo è la Svezia). Sul tavolo del G7 di Taormina a presidenza italiana, venerdì e sabato prossimi, ci saranno tre macro-temi: quello della sostenibilità economica, ambientale e sociale; quello dell’innovazione e delle competenze nell’era della nuova rivoluzione industriale; e quello della tutela dei cittadini dai rischi. Ma come stanno affrontando a casa loro queste sfide, i sette Grandi del Pianeta? Chi sono i veri leader della corsa? Pur non sedendo al tavolo del G7, i Paesi scandinavi restano i veri modelli cui tendere in fatto di sostenibilità ambientale. Nell’Environmental Performance Index dell’Università di Yale al primo posto c’è la Finlandia, mentre a sorpresa al 10° posto spunta la Francia. Chi avesse scommesso sul Canada avrebbe perso, Ottawa è solo 25esima. Per una volta, invece, l’Italia batte la Germania: noi al 29esimo posto, loro al 30esimo.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Micaela Cappellini (pag. 8)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, ok Arera a seconda sessione aste capacità dall’Algeria

Le difficoltà degli operatori a ottenere i requisiti di partecipazione in tempo utile ha fatto sì che l’asta tenutasi lo scorso primo luglio per l’assegnazione di capacità gas dall’Algeria presso il punto di ent
[leggi tutto…]

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]