Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Clausola flessibilità, Roma e Ue al lavoro. Il Mef spinge piano Juncker e misure Pmi

L’Italia aggiorna il piano per ottenere lo 0,3% della clausola investimenti e invia a Bruxelles un nuovo elenco di opere e interventi per ottenere il via libera della Commissione a maggio l’Italia aggiorno il “piano flessibilità” per ottenere lo 0,3% della clausola investimenti e invai a Bruxelles un nuovo elenco di opere e interventi per ottenere il via libera della Commissione a maggio. I 5.150 milioni di flessibilità richiesta diventano un programma da 10 miliardi se si aggiungono i finanziamenti Ue collegati. Nella lista inviata nei giorni scorsi la quota delle infrastrutture di trasporto sale a 3,7 miliardi e sarebbe formata in gran parte da interventi finanziati con fondi nazionali. Le politiche per favorire la crescita sono in questo momento anche all’attenzione del Mef, in vista del varo annunciato di un pacchetto di nuove misure destinate al rafforzamento delle medie imprese, anche con forme di finanziamento non bancario, entro la primavera. Su questo fronte, in particolare, cominciano a circolare i primi particolari della proposta d’intervento per canalizzare il risparmio delle famiglie verso investimenti a sostegno della crescita dimensionale delle imprese italiane.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Davide Colombo, Giorgio Santilli (pag. 7)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]

UE, due bandi per progetti d’interesse comune

La Commissione europea ha aperto due call for applications per progetti nell'ambito delle reti intelligenti (“smart grids”) e delle reti per il trasporto della CO2 da far rientrare nel quinto elenco di progetti d'interesse comune &nd
[leggi tutto…]