Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Tra centrali fai da te e tentativi di fuga
05/08/2015 - Pubblicato in news nazionali

I costi dell’energia e l’inadeguatezza del sistema elettrico all’evoluzione della produzione diffusa inducono molti a fuggire. Il peso degli incentivi alle rinnovabili sul prezzo dell’energia, nel 2014, è stato di gran lunga il più alto d’Europa (il 23%, nettamente staccati tutti gli altri big continentali) per un valore assoluto di circa 12 miliardi. Ma soprattutto, il fisco azzoppa il sistema energetico italiano, carburanti compresi: secondo un’analisi effettuata dallo Iefe-Bocconi nell’ambito delle attività dell’Osservatorio Permanente Engie, il gettito della tassazione energetica in Italia sfiora il 3% del Pil mentre in Francia, Germania e Spagna si attesta poco sopra l’1,5%. Non a caso le aziende italiane delle rinnovabili, tanto deboli in patria, investono e prosperano all’estero, dove sono apprezzatissime.

Fonte: Il Sole 24 Ore 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Obiettivo di Eni: sostenibilità e transizione energetica

Il mondo dell’energia sta cercando di evolvere nella direzione di una maggiore sostenibilità
[leggi tutto…]

Eni, rosso da 7,34 miliardi. Taglia spese, investimenti e anche il dividendo

Eni chiude il “peggior semestre nella storia dell’oil&gas”, due materie deprezzate del 57% da gennaio, con un rosso di 7,34 miliardi di euro legato molto a svalutazioni di magazzino. I conti nuovi, del secondo trimestre, sono comunqu
[leggi tutto…]

Sad e gas per usi industriali, supplemento di istruttoria

La Commissione interministeriale per lo studio e l’elaborazione di proposte per la transizione ecologica e per la riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi (Sad) ha formulato alcune proposte normative volte a rimodulare sette Sad previsti nel rel
[leggi tutto…]