Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il caos libico minaccia ancora Eni
21/09/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

La situazione in Libia è ancora lontana dalla normalità. Un gruppo di miliziani ha occupato l’aeroporto che serve il giacimento di Wafa, dove opera Eni. Il blitz è arrivato in un momento cruciale per lo sviluppo di Wafa. Per la fine dell’anno Eni ha in programma la perforazione e l’allacciamento di altri due pozzi produttivi nel giacimento e l’upgranding degli impianti di trattamento di gas, per aumentare la produzione.

Fonte: MF, Mercati – Angela Zoppo (pag.11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]

Le emissioni non aumentano anche se l’economia è cresciuta: ecco perché è una buona notizia

Contrariamente alle attese, nel 2019 le emissioni mondiali di CO2 – il principale dei gas serra responsabili del riscaldamento globale- non sono aumentate
[leggi tutto…]

Chi vince e chi perde con il Green New Deal

New Green Deal. Sbagliare una mossa potrebbe costare salato
[leggi tutto…]