Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il caos libico minaccia ancora Eni
21/09/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

La situazione in Libia è ancora lontana dalla normalità. Un gruppo di miliziani ha occupato l’aeroporto che serve il giacimento di Wafa, dove opera Eni. Il blitz è arrivato in un momento cruciale per lo sviluppo di Wafa. Per la fine dell’anno Eni ha in programma la perforazione e l’allacciamento di altri due pozzi produttivi nel giacimento e l’upgranding degli impianti di trattamento di gas, per aumentare la produzione.

Fonte: MF, Mercati – Angela Zoppo (pag.11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kashagan verso il record di barili

Il Kazakhstan spinge per un ulteriore aumento della produzione di Kashgan
[leggi tutto…]

Il Mise: la Ue vigili sulle tariffe gas franco-tedesche

Il sottosegretario Davide Crippa, ha inviato una lettera alla Commissione Europea per chiedere “una valutazione urgente sulla coerenza dei regimi tariffare adottati  da Germania  e Francia
[leggi tutto…]

Aramco fa incetta di gas americano

L’Arabia saudita, tra i maggiori esportatori al mondo di petrolio, non disdegna il gas americano
[leggi tutto…]