Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Calenda su dispacciamento e gare gas
09/11/2016 - Pubblicato in news nazionali

Lunedì il ministro Calenda è intervenuto alla cerimonia per il primo giorno di quotazione di Italgas in Borsa dopo lo spin off da Snam e ha parlato di gare per la distribuzione gas. Le gare, ha detto, "hanno avuto una transizione accidentata ma si va verso una definitiva modernizzazione del settore. L'obiettivo è cercare di consolidare il settore, renderlo meno frammentato così da poter fare maggiori investimenti. Il sistema verrà semplificato, consolidare il mercato serve per abbassare i prezzi che paga l'utente finale”. Per il settore e per la concorrenza, "il Governo ha ancora molto da fare", sostiene Calenda, spiegando che sul gas "il sistema delle gare continuerà e lo semplificheremo". Per l'esecutivo, "il settore del trasporto e della distribuzione del gas sono settori di eccellenza e una maggior focalizzazione del business è per noi molto importante: stiamo lavorando con Snam su molti tavoli per rendere l'Italia un hub del gas in Europa", dice ancora il ministro. “Il mercato del gas in Italia – ha detto ancora Calenda – va incontro a una profonda trasformazione, c'è necessità di consolidare, di fare efficienze e di creare grandi operatori che possano realizzare importanti investimenti: questa è anche la filosofia che c'è dietro la quotazione di Italgas. La separazione da Snam è un passo importante, sono due settori d'eccellenza”, ha aggiunto il ministro. “L'Italia vuole diventare l'hub europeo del gas, sul trasporto, sulla distribuzione e su tutti i nuovi progetti finalizzati a ridurre le emissioni”.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]