Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Per Bp i profitti corrono insieme alla produzione
07/02/2018 - Pubblicato in news internazionali

Il 2017 è stato «uno degli anni migliori della storia recente» di Bp: così lo ha definito Bob Dudley, ceo del colosso petrolifero britannico. Gli utili della compagnia sono più che raddoppiati a 6,2 miliardi di dollari dai 2,6 miliardi del 2016, grazie all’aumento dei prezzi del greggio ma anche al forte incremento della produzione sia di petrolio che di gas. L’avvio di sette nuovi giacimenti ha permesso di aumentare l’output del 12% a 2,47 milioni di barili al giorno nel 2017, un livello che Bp non raggiungeva da prima del disastro di Deepwater Horizon. Altri sei giacimenti, dal Mare del Nord all'Egitto, diventeranno operativi quest’anno e aumenteranno la produzione di altri 900mila bg entro il 2021. Non solo. La divisione shale negli Stati Uniti è uscita dal rosso per la prima volta da molti anni e ora genera utili. Dopo anni di dismissioni, tagli alle spese e razionalizzazione, nel 2018 Bp potrà generare utili anche con il greggio a 50 dollari al barile, ha detto il chief financial officer Brian Gilvary. La previsione di Bp è che il prezzo del Brent scenda dai livelli attuali intorno a 67 dollari per stabilizzarsi sui 50-55 dollari al barile verso fine anno, ha detto il cfo.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Nicol degli Innocenti (pag. 26)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Green new deal, la Speranza per il futuro

La Banca europea per gli investimenti ha approvato la nuova politica per l’energia.
[leggi tutto…]

Primato mondiale per petrolio e gas

Gli Stati Uniti sono diventati il più grande produttore di petrolio al mondo, oltre che di gas naturale
[leggi tutto…]

Snam, il core business spinge utile e marginalità

Sfruttando la positiva performance del business del trasporto gas e il mix di efficientamento della gestione operativa e ottimizzazione della struttura finanziaria, Snam ha i principali indicatori in crescita e con una netta accelerazione
[leggi tutto…]