Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Bollette in lieve calo a luglio
27/06/2015 - Pubblicato in news nazionali

Bollette di gas e luce ancora meno care. Dopo le riduzioni dei primi sei mesi dell'anno, dal primo luglio prosegue il calo, seppur lieve, deciso dall'Authority di settore sia per l'elettricità (-0,5%) che per il gas (-1%), nel terzo trimestre. Tradotto in risparmi, si tratta di 65 euro di minori spese all'anno per la famiglia-tipo ( con consumi medi pari a 2.700 kilowattora e 1.400 metri cubi di gas). Secondo le previsioni, ora aggiornate, la bolletta annua della luce veleggia verso i 506 euro, giù dell'1,6% rispetto all'anno precedente, con un risparmio di 8 euro. Mentre quella del gas sarà di 1.135 euro, ridotta del 4,8%, pari a circa 57 euro di minore esborso. Il ribasso per l'elettricità nel prossimo trimestre, sottolinea l'Autorità, è sostanzialmente dovuto alla riduzione dei costi complessivi per l'approvvigionamento della materia energia (in particolare, dei costi legati a tutte le attività per mantenere in equilibrio il sistema elettrico tra offerta e domanda). Per il gas, il calo riflette invece le aspettative al ribasso delle quotazioni nei mercati all'ingrosso in Italia e in Europa, a cui ora sono legate le condizioni praticate agli utenti, dopo la riforma dell'Autorità.

Fonte: La Repubblica 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, ok Arera a seconda sessione aste capacità dall’Algeria

Le difficoltà degli operatori a ottenere i requisiti di partecipazione in tempo utile ha fatto sì che l’asta tenutasi lo scorso primo luglio per l’assegnazione di capacità gas dall’Algeria presso il punto di ent
[leggi tutto…]

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]