Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Bolletta nascosta ora il conto per l’energia sala a 2 miliardi
02/10/2018 - Pubblicato in news nazionali

Non solo le bollette dell’energia sono destinate a salite nei prossimi mesi. Ma anche quando dovesse arrivare una inversione di tendenza dei prezzi di gas e petrolio, sui consumatori andrebbero comunque a pesare costi che in questo momento sono stati “congelati”.  E che, di fatto, impediranno possibili riduzioni per le tariffe, andando ancora una volta a incidere sui bilanci di famiglie e Pmi. Una sorta di “bolletta nascosta” che ora è possibile anche quantificare: due miliardi di euro che si sono accumulati durante le ultime due revisioni delle bollette. Se non fossero stati congelati, le bollette sarebbero cresciute ben oltre i dieci punti percentuali, sia nel giugno scorso sia nell’ultimo aggiornamento appena annunciato dall’Autorità per l’energia, e un livello doppio di quanto è effettivamente avvenuto. I 2 miliardi di euro sono l’ammontare del gettito per gli oneri di sistema. Alla fine dell’anno, l’Authority si vedrà venire meno la leva della “moderazione” e dovrà cominciare a chiedere almeno una parte dei soldi finora non versati ai consumatori. E se il prezzo delle materi prime non dovesse frenare, potrebbero concretizzarsi aumenti consistenti per le bollette.

Fonte: La Repubblica – Luca Pagni (pag. 26)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Trasporto gas, Francia proroga tariffe ai punti di interconnessione

L'authority francese per l'energia, Cre, ha stabilito di prorogare di sei mesi la validità delle tariffe di trasporto gas ai punti di interconnessione delle reti transalpine di GRTgaz e Terega (Snam)
[leggi tutto…]

Eni rinnova il contratto per il gas dall’Algeria

L’Italia potrà contare sul gas algerino almeno fino al 2027
[leggi tutto…]

Trading gas in discesa al Psv

Nonostante le temperature inferiori alla media stagionale, il trading di gas al Punto di scambio virtuale (Psv) ha mostrato ad aprile la consueta battuta d’arresto primaverile
[leggi tutto…]