Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Da big oil un miliardo per ridurre le emissioni
05/11/2016 - Pubblicato in news internazionali

Un miliardo di dollari da mettere in campo da qui ai prossimi dieci anni con un obiettivo preciso: accelerare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie innovative a basse emissioni. L’investimento, annunciato ieri a Londra, porta la firma dell’Oil and Gas Climate Initiative, l’alleanza lanciata ufficialmente nel settembre 2014, a valle del vertice sul clima voluto dal segretario generale delle Nazioni Unite a New York, e che raggruppa dieci major oil, a cominciare dall’Eni: l’inglese Bp, il colosso cinese Cnpc, l’azienda di stato messicana Pemex, l’indiana Reliance Industries, la spagnola Repsol, la multinazionale anglo-olandese Royal Dutch Shell, la compagnia saudita Saudi Aramco, i norvegesi di Statoil e la francese Total. La collaborazione tra le dieci compagnie può produrre i risultati migliori: la diffusione su ampia scala della cattura, utilizzo, stoccaggio del carbonio, nonché la riduzione delle emissioni di metano da parte dell’industria petrolio e gas al fine di massimizzare i benefici climatici del gas naturale.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Celestina Dominelli (pag. 21)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]