Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Barile sempre più giù e il rialzo non è all’orizzonte
26/06/2017 - Pubblicato in news internazionali

Le quotazioni del petrolio hanno continuato il percorso ribassista, preoccupando i mercati azionari, in particolare il comparto energetico. Il Wti ha violato quota 43 dollari, arrivando velocemente quasi a 42 dollari/barile. In forte calo anche il petrolio del Mare del Nord, con la quotazione de Brent scesa sotto i 45 dollari/barile. È necessario ora un segnale di concreta inversione. A frenare la discesa dei prezzi potrebbe arrivare un altro intervento Opec; questo scenario però al momento appare assai improbabile perché la vendita di petrolio rappresenta una delle voci fondamentali nel bilancio di numerosi paesi produttori di petrolio membri dell’Opec.

Fonte: La Stampa – Carlo Alberto De Casa (pag. 23)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi in aumento. Le tensioni sulla Brexit e in Siria aumentano la volatilità

Le quotazioni del petrolio hanno inanellato due sedute positive, nonostante il rafforzamento del dollaro sull'euro.
[leggi tutto…]

Saipem trova il tris in Australia

Due notizie hanno aiutato Saipem nella risalita in borsa di ieri, che ha visto il titolo chiudere a 3,86€ con un guadagno del 2,4%.
[leggi tutto…]

“Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upst
[leggi tutto…]