Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il barile a 50$ e la possibile staffetta Opec – shale oil
26/05/2016 - Pubblicato in news internazionali

Cinquanta dollari al barile si conferma un traguardo difficile da riconquistare per il petrolio. Ieri ci si è andati molto vicino: il Wti, in rialzo di oltre il 2%, si è spinto fino a 49,73 dollari, il massimo da 7 mesi. Il Brent, con cui il riferimento americano ha ormai chiuso le distanze, si è fermato a 49,74 dollari. Il tentativo di violare quella che non è solo una soglia psicologica, ma anche una resistenza tecnica, non è riuscito nemmeno con l’aiuto dei dati degli Stati Uniti, che hanno mostrato un forte calo delle scorte di greggio, un ulteriore passo indietro della produzione e una domanda vigorosa alla vigilia della driving season, al via ufficialmente da lunedì. Il prossimo vertice dell’Opec, la prossima settimana, non dovrebbe riservare sorprese: nessuno si aspetta tagli alla produzione e nemmeno la resurrezione del piano per congelare l’output.

Fonte:Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 5)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni rinnova il contratto per il gas dall’Algeria

L’Italia potrà contare sul gas algerino almeno fino al 2027
[leggi tutto…]

Trading gas in discesa al Psv

Nonostante le temperature inferiori alla media stagionale, il trading di gas al Punto di scambio virtuale (Psv) ha mostrato ad aprile la consueta battuta d’arresto primaverile
[leggi tutto…]

Aumenta l’export di gas USA nella UE

Le importazioni di gas naturale liquefatto (gnl) americano sono balzate del 272% da quando Trump e il Junker hanno segnato una tregua nel luglio 2018 prevedendo di potenziare gli scambi
[leggi tutto…]