Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa E l’avanzata delle rinnovabili non si ferma
28/11/2016 - Pubblicato in news internazionali

L’economia globale è sempre più verde. Lo dimostra il nuovo rapporto dell’International Energy Agency, presentato alla Cop22 di Marrakech, con una forte revisione al rialzo sulle prospettiva di crescita delle fonti rinnovabili, tradizionalmente sottostimate dall’Agenzia dell’Ocse. L’annuncio è importante, perché il World Energy Outlook di novembre vale come analisi imparziale nei 29 Paesi aderenti all’organizzazione di Parigi e viene utilizzato da molti previsori come punto di partenza per le tendenze del settore. In base alle nuove stime, la Iea ritiene che la potenza globale rinnovabile aggiunta dal 2015 al 2021 sarà pari a 825 gigawatt, +13% in confronto alle indicazioni date lo scorso anno, quindi il 60% della nuova capacità di generazione elettrica sarà verde. Nel 2040, secondo le nuove previsioni, il 60% della produzione globale verrà dalle rinnovabili, di cui la metà dall’eolico e dal solare. Come ha spiegato il numero uno dell’agenzia, Fatih Birol, nei prossimi 25 anni l’eolico, il solare e il gas naturale rimpiazzeranno il campione del passato, cioè il carbone, non per merito di sussidi pubblici, ma grazie alla crescente competitività delle fonti.

Fonte: Corriere della Sera, Corriereconomia – Elena Comelli (pag. 43)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Primi carichi di Gnl Usa respinti in Europa

L’Europa sembrava in grado di assorbire ogni eccesso di gas liquefatto
[leggi tutto…]

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]