Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Assopetroli scrive al Mef: no ad aumento accise
08/02/2017 - Pubblicato in fiscalita,news nazionali

Dopo Unione Petrolifera e associazioni dei gestori (v. Staffetta 06/02), anche Assopetroli alza la voce contro l'ipotesi di un aumento delle accise, messa nero su bianco dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. “Accogliamo con estrema preoccupazione la possibilità recentemente paventata dal ministro Pier Carlo Padoan di inserire un aumento delle accise tra le misure per il riequilibrio dei conti pubblici, che troveranno spazio nel prossimo Documento di Economia e Finanza”. Lo afferma in una nota il presidente di Assopetroli-Assoenergia, Andrea Rossetti. “Tale misura, oltre ad incrementare il già gravoso carico fiscale al quale sono sottoposti i consumatori, si porrebbe in netto contrasto con tutti gli sforzi, fatti fino ad oggi, per arginare il fenomeno dell'evasione delle accise e soprattutto dell'Iva sui carburanti. Esiste infatti una chiarissima correlazione tra l'aumento del carico fiscale e il dilagare dell'evasione nel nostro settore, che si stima ammonti a circa il 10 per cento. L'aumento delle imposte sui carburanti penalizza consumatori e imprese e incoraggia il malaffare. Questa realtà è ampiamente riconosciuta e non può essere ignorata, nonostante le impellenze del bilancio pubblico”.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]