Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L'Arabia rilancia sul petrolio
12/03/2020 - Pubblicato in news internazionali

L’Arabia Saudita ha dichiarato di voler aumentare i livelli di produzione confermando lo scontro sui prezzi con la Russia di Putin che rompendo con l’Opec ha contribuito a trascinare i prezzi verso il basso. In poche settimane il petrolio Wti ha clamorosamente rotto la linea di supporto dei 50 dollari al barile precipitando fino a 30 dollari. Il gigante saudita Aramco ha riferito ieri di aver ricevuto la richiesta dal governo di alzare la produzione di 1 milione di barili equivalenti al giorno. Gli alleati ora sono ai ferri corti, ma potrebbero avere la stessa convenienza di sfruttare la situazione per far fuori la concorrenza della produzione Usa che a determinati livelli di prezzo diventa insostenibile.

Fonte: MF - Salvatore Licciardello (pag. 12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Intervista a Fatih Birol: "Petrolio, giusto riunire il G20, se crolla il settore per danni per tutti"

Produttori e consumatori di petrolio allo stesso tavolo per evitare “nell’interesse di tutti il tracolo del settore”
[leggi tutto…]

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]