Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Apache apre in Texas una nuova frontiera per lo shale americano
08/09/2016 - Pubblicato in news internazionali

Potrebbe essere la grande rivincita dello shale oil. Apache, una delle maggiori compagnie indipendenti americane, ha annunciato di aver individuato ai margini del bacino di Permian, in Texas, un nuovo giacimento - battezzato Alpine High - che potrebbe contenere ben 8,1 miliardi di barili di riserve di petrolio e gas non convenzionale: una quantità stratosferica, specie se messa a confronto con la scarsità di scoperte negli ultimi anni. Nel 2015 in tutto il mondo sono stati rinvenuti appena 12,1 miliardi di barili di greggio, calcola Rystad Energy, il peggior risultato da 63 anni. Zohr, il supergiacimento di gas scoperto in Egitto dall’Eni, ha un potenziale di 5,5 miliardi di barili equivalenti petrolio.

Fonte: Il Sole 24Ore – Sissi Bellomo (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi in aumento. Le tensioni sulla Brexit e in Siria aumentano la volatilità

Le quotazioni del petrolio hanno inanellato due sedute positive, nonostante il rafforzamento del dollaro sull'euro.
[leggi tutto…]

Saipem trova il tris in Australia

Due notizie hanno aiutato Saipem nella risalita in borsa di ieri, che ha visto il titolo chiudere a 3,86€ con un guadagno del 2,4%.
[leggi tutto…]

“Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upst
[leggi tutto…]