Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Antitrust Ue, E.On sciolta in anticipo dagli impegni sul gas
27/07/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,news internazionali

La Commissione Ue ha accolto la richiesta di E.On di essere sciolta con cinque anni di anticipo dagli impegni assunti nel 2010 con l'antitrust europeo per la riduzione della capacità di trasporto di lungo termine prenotata sulla rete nazionale del gas. Lo ha annunciato oggi la commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager. Nel quadro di un'istruttoria avviata nel 2007 dalla commissaria Neelie Kroes, era emersa la consuetudine di E.On di prenotare su base long term la gran parte della capacità di trasporto ai punti di ingresso nelle sue reti di trasporto. La Commissione evidenziato che tali potevano ostacolare l'ingresso di altri fornitori di gas sul mercato tedesco in concorrenza con E.On. L'azienda aveva quindi presentato l'impegno, poi accettato da Bruxelles, di rendere disponibili grandi quantitativi di capacità e ridurre ulteriormente per il futuro le proprie prenotazioni di lungo periodo sulla rete NetConnect. Gli impegni sarebbero dovuti restare validi fino a aprile 2021 ma c’è stata la decisione di liberare in anticipo l'azienda dai suoi impegni.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]