Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Allarme uragani e Iran fanno volare il petrolio
11/07/2019 - Pubblicato in news internazionali

L’allarme uragano nel Golfo del Messico e una nuova escalation nelle minacce di Donald Trump all’Iran hanno infiammato le quotazioni del petrolio, spingendole in rialzo di oltre il 4%. Il Wti è risalito sopra 60$/barile, il Brent ha riconquistato quota 67 dollari. Al rally hanno contribuito anche un forte calo delle scorte di greggio Usa (-9,5 milioni di barili la settimana scorsa) e le osservazioni preparate dal presidente della Fed Powell per la testimonianza al Congresso, da cui emerge l’orientamento a tagliare i tassi di interesse questo mese. Sul petrolio ha pesato però soprattutto l’evacuazione di decine di piattaforme nel Golfo del Messico per il probabile arrivo dell’uragano nel weekend.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 13)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Obiettivo di Eni: sostenibilità e transizione energetica

Il mondo dell’energia sta cercando di evolvere nella direzione di una maggiore sostenibilità
[leggi tutto…]

Eni, rosso da 7,34 miliardi. Taglia spese, investimenti e anche il dividendo

Eni chiude il “peggior semestre nella storia dell’oil&gas”, due materie deprezzate del 57% da gennaio, con un rosso di 7,34 miliardi di euro legato molto a svalutazioni di magazzino. I conti nuovi, del secondo trimestre, sono comunqu
[leggi tutto…]

Sad e gas per usi industriali, supplemento di istruttoria

La Commissione interministeriale per lo studio e l’elaborazione di proposte per la transizione ecologica e per la riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi (Sad) ha formulato alcune proposte normative volte a rimodulare sette Sad previsti nel rel
[leggi tutto…]