Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Allarme uragani e Iran fanno volare il petrolio
11/07/2019 - Pubblicato in news internazionali

L’allarme uragano nel Golfo del Messico e una nuova escalation nelle minacce di Donald Trump all’Iran hanno infiammato le quotazioni del petrolio, spingendole in rialzo di oltre il 4%. Il Wti è risalito sopra 60$/barile, il Brent ha riconquistato quota 67 dollari. Al rally hanno contribuito anche un forte calo delle scorte di greggio Usa (-9,5 milioni di barili la settimana scorsa) e le osservazioni preparate dal presidente della Fed Powell per la testimonianza al Congresso, da cui emerge l’orientamento a tagliare i tassi di interesse questo mese. Sul petrolio ha pesato però soprattutto l’evacuazione di decine di piattaforme nel Golfo del Messico per il probabile arrivo dell’uragano nel weekend.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 13)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]