Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Aie, frena la domanda petrolifera mondiale
15/04/2016 - Pubblicato in news internazionali

Nel 2016 la domanda petrolifera mondiale crescerà solo di 1,2 milioni di barili al giorno, in frenata rispetto all'aumento di 1,8 milioni di barili giorno guadagnati nel 2015. E' quanto prevede l'Aie, nel suo ultimo Oil Market Repor, sottolineando che la frenata dei consumi di greggio riguarderà principalmente la Cina, gli Usa e gran parte dell'Europa. “I dati preliminari del primo trimestre del 2016 rivelano che la frenata è già in atto – scrive l'Aie – su una base di crescita annuale pari a +1,2 mln b/g, dopo il guadagno di 1,4 mln b/g del quarto trimestre del 2015 e il +2,3 mln b/g del terzo trimestre 2015”. La produzione di greggio Opec è scesa di 90.000 b/g in marzo a 32,47 mln b/g a causa delle interruzioni di offerta da Nigeria, Emirati Arabi e Iraq, che non sono state controbilanciate sufficientemente dagli aumenti in Iran e Angola. L'offerta dall'Arabia Saudita è calata in marzo, restando intorno ai 10,2 milioni di barili al giorno. L'offerta mondiale di greggio in marzo è calata di 0,3 milioni di barili al giorno a 96,1 milioni di barili al giorno. “Lo scenario per la produzione non Opec nel 2016 è praticamente invariata rispetto al rapporto del mese scorso, a 57 milioni di barili al giorno, 710.000 b/g in meno rispetto alla media del 2015”, si legge.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]