Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa A2A – Lgh possibile dopo l’estate
17/07/2015 - Pubblicato in news nazionali

Occorrerà attendere appena dopo l'estate per sapere se A2A  potrà brindare alla prima operazione industriale dell'era Valotti-Camerano, vale a dire l'integrazione con Lgh. "Gli advisor sono al lavoro" sull'operazione, ha affermato il presidente della multiutility lombarda, Giovanni Valotti, a margine della presentazione del bilancio di sostenibilità dell'azienda. A tirare le fila dell'operazione, studiandone fattibilità ed eventuali aspetti critici, sono Mediobanca  e Kpm per Lgh, mentre per A2A  sono al lavoro B.Imi e Deloitte. Linea Group Holding fa capo ai comuni di Cremona, Rovato, Lodi, Pavia e Crema e a metà giugno aveva avviato un tavolo di lavoro assieme ad A2A , finalizzato alla valutazione di possibili operazioni di partnership di natura industriale; le due aziende si sono impegnate reciprocamente con una lettera di intenti. Nelle prossime settimane, le due società e i rispettivi consulenti continueranno pertanto a studiare la fattibilità dell'operazione, per poi prendere una decisione definitiva al ritorno dalle vacanze estive. "Entro settembre", ha infatti dichiarato Valotti, "avremo una risposta". A chi gli ha fatto notare che la scadenza delle trattative in esclusiva era stata fissata al 31 luglio, il presidente ha spiegato che "non si tratta di una proroga. Gli advisor sono attivamente e alacremente al lavoro e al 31 luglio faremo il punto su dove siamo arrivati".

Fonte: Milano Finanza 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni rinnova il contratto per il gas dall’Algeria

L’Italia potrà contare sul gas algerino almeno fino al 2027
[leggi tutto…]

Trading gas in discesa al Psv

Nonostante le temperature inferiori alla media stagionale, il trading di gas al Punto di scambio virtuale (Psv) ha mostrato ad aprile la consueta battuta d’arresto primaverile
[leggi tutto…]

Aumenta l’export di gas USA nella UE

Le importazioni di gas naturale liquefatto (gnl) americano sono balzate del 272% da quando Trump e il Junker hanno segnato una tregua nel luglio 2018 prevedendo di potenziare gli scambi
[leggi tutto…]