Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa A2A: Chi dà la carica all’energia lombarda
15/02/2016 - Pubblicato in news nazionali

Una decisione che ha portato una piccola rivoluzione in A2A a partire dal 2014, anno d'arrivo dell'amministratore delegato Luca Valerio Camerano e del presidente Giovanni Valotti ai vertici dell'utility lombarda, partecipata dai comuni di Milano e Brescia. Il piano industriale 2015-2019, presentato ad aprile dello scorso anno, è ambizioso e vede tra i punti chiave la ristrutturazione e la riorganizzazione del settore termoelettrico. Con questo obiettivo specifico è stata creata la business unit Generazione & Trading, affidata a Massimiliano Masi. «Questa riorganizzazione porterà alla contrazione della capacità termoelettrica del 40% e a una riduzione dei costi operativi. Passerà attraverso chiusure e congelamenti di impianti, miglioramento dell'efficienza operativa e flessibilizzazione delle unità produttive, riconversioni di impianti obsoleti in poli tecnologici rinnovabili — spiega Camerano — e anche da accordi concreti, come quello con Sorgenia, per scambi di gestione di asset». L'obiettivo è promuovere il riassetto del settore, favorendo anche processi di consolidamento.

Fonte: Corriere della Sera, CorriereEconomia

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, nasce il forum del Mediterraneo orientale

A breve sarà creato l’East Mediterranean Gas Forum (Emgf), iniziativa per “monetizzare le riserve di gas del Mediterraneo orientale”
[leggi tutto…]

La nuova strategia dell’Eni: ora più Medio Oriente

Eni si ritrova insediata a pieno titolo negli Emirati (ad Abu Dhabi e a Sharja), in Bahrain e in Oman
[leggi tutto…]

Tap, chiuso project financing da 3,9 mld €

Tap ha completato un project financing da 3,9 miliardi di euro, erogato da un gruppo di 17 banche commerciali insieme alla Banca europea per gli investimenti e alla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo
[leggi tutto…]