Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa A2A: Chi dà la carica all’energia lombarda
15/02/2016 - Pubblicato in news nazionali

Una decisione che ha portato una piccola rivoluzione in A2A a partire dal 2014, anno d'arrivo dell'amministratore delegato Luca Valerio Camerano e del presidente Giovanni Valotti ai vertici dell'utility lombarda, partecipata dai comuni di Milano e Brescia. Il piano industriale 2015-2019, presentato ad aprile dello scorso anno, è ambizioso e vede tra i punti chiave la ristrutturazione e la riorganizzazione del settore termoelettrico. Con questo obiettivo specifico è stata creata la business unit Generazione & Trading, affidata a Massimiliano Masi. «Questa riorganizzazione porterà alla contrazione della capacità termoelettrica del 40% e a una riduzione dei costi operativi. Passerà attraverso chiusure e congelamenti di impianti, miglioramento dell'efficienza operativa e flessibilizzazione delle unità produttive, riconversioni di impianti obsoleti in poli tecnologici rinnovabili — spiega Camerano — e anche da accordi concreti, come quello con Sorgenia, per scambi di gestione di asset». L'obiettivo è promuovere il riassetto del settore, favorendo anche processi di consolidamento.

Fonte: Corriere della Sera, CorriereEconomia

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]