Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa 2025. Carbone addio
21/01/2019 - Pubblicato in news nazionali

L’Italia dirà definitivamente addio al carbone nel 2025, lo ha annunciato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Entro il 2025 le otto centrali a carbone in funzione in Italia saranno spente. Di queste, due alimentano la Sardegna, l’unica regione a non avere ancora il metano in quanto priva di accesso alla rete nazionale del gas. Ci si sta interrogando quindi su come il Governo pensi di favorire la transizione graduale dall’uscita del carbone nell’isola. Nel Piano energia e clima si legge che “nel settore gas sono in corso di autorizzazione presso il Mise e il Mit numerosi progetti di depositi costieri di Gnl di piccolo volume da realizzare in Sardegna e in Adriatico per lo scarico di Gnl da navi metaniere di piccola taglia, lo stoccaggio e il successivo caricamento su navi bettoline e su autocisterne criogeniche per il rifornimento di clienti civili e/o industriali e di stazioni di rifornimento”. Ma il Piano è ora in consultazione e considerati i tempi medi di realizzazione delle opere è necessario monitorare costantemente l’intero processo.

Fonte: Corriere della Sera, l’Economia – Francesca Basso (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]