Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa 10.000 morti. Il costo all’anno del “Dieselgate”
18/09/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

L’Italia è il paese europeo dove l’inquinamento delle auto uccide di più. Ogni anno in Europa circa 10.000 persone muoiono a causa dell’ossido di azoto, gas nocivo emesso dai motori diesel; quasi un terzo delle vittime risiede in Italia. La ricerca svolta dall’Istituto Meteorologico Norvegese (MetNorway), in collaborazione con l’International Institute for Applied System Analysis (IIASA). Italia, Francia, Germania e Regno Unito totalizzano da soli il 70% dei decessi registrati in Europa. Se le auto diesel non avessero inquinato oltre i tetti imposti dall’Ue si sarebbero potuti evitare 5.000 morti. I trasporti sono la maggior fonte di inquinamento dell’aria, responsabile di circa 425 mila morti premature; più del 90% di queste sono decessi causati da malattie respiratorie e cardiovascolari.

Fonte: Il Fatto Quotidiano – Stefano Valentino (pag. 8)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Elettricità e gas, i numeri UE sul primo trimestre

La combinazione delle misure di confinamento per la pandemia e di condizioni meteorologiche insolitamente buone ha determinato un'estrema volatilità nel primo trimestre 2020 sui mercati europei dell'energia
[leggi tutto…]

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]